Microcredito

Imprese e Microcredito

È essenziale creare le condizioni per la sostenibilità e l’autofinanziamento. Attraverso una proposta partecipata e organizzata, gruppi di donne intraprendono un’attività comune di produzione: allevamento del bestiame, coltivazione di ortaggi e verdure, servizio di telefonia, confezione di abbigliamento e artigianato, banca delle sementi… Queste sono alcune delle tante attività avviate  in varie parti dell’India e di altri paesi. Tutte rientrano in programmi assai più vasti di promozione della donna che stanno migliorando le condizioni di vita di sempre più famiglie e di cui i primi beneficiari sono, come sempre, i bambini.

Non siamo solo a fianco delle donne ma di tutti i soggetti più deboli, come in questo progetto realizzato a Guntur (India) o nei microprogetti a sostegno dei professori di Kisangani (Repubblica Democratica del Congo).

Bufale

L’allevamento di animali da latte fornisce un’importante aiuto alimentare  e dà la possibilità di vendere latte e formaggi per sostenere la famiglia.

Il latte è un alimento molto prezioso; spesso si ricorre a surrogati per sfamare neonati e bambini: “latte” di cocco, succo di canna da zucchero… Una bufala (animale resistente che si adatta facilmente all’ambiente) assicura alla famiglia il fabbisogno giornaliero e garantisce quel di più per vendere il latte ad altre famiglie o da investire in una piccola produzione di formaggio.

macchine per cucireMacchine per cucire

In molti paesi in via di sviluppo, le giovani donne delle comunità rurali sono spesso costrette a lottare contro una forte disparità, per superare condizioni di violenza, disagio sociale e ignoranza culturale. L’avvio di corsi formativi è la soluzione più adeguata per migliorare la loro situazione sociale e garantire una vita più dignitosa. Dotare ogni donna di una macchina per cucire cosicché possa seguire i corsi di taglio e cucito e quindi avviare un piccolo laboratorio è una validissima forma di sostegno perché tante donne possano avere un futuro migliore.

Microprogetti per i professori a Kisangani (R. D. Congo)

Kisangani allevamento polliLe suore Canossiane gestiscono un liceo femminile a Kisangani, i cui professori sono pagati dal governo. Si tratta però di uno stipendio molto basso, non sempre retribuito con regolarità, spesso interrotto nei mesi di vacanza. Per ovviare ai problemi le suore cercano di integrare le entrate dei professori con aiuti economici straordinari in momenti particolari: malattie in famiglia (non esiste una sanità sociale che si faccia carico di medicine, visite, ospedalizzazioni), spese impreviste o particolarmente onerose per l’istruzione dei figli… Inoltre per rendere il sostegno meno estemporaneo si dà ai professori un contributo per dare il via a microprogetti a conduzione familiare: allevamento di maiali, polli, capre; acquisto e lavoro di campi e orti; altre attività che la fantasia o le situazioni contingenti suggeriscono.

Continua a leggere–>