Natale 2017

Natale2017«Se vogliamo festeggiare il vero Natale, se vogliamo incontrare il Bambino che nasce, è lì, in quella mangiatoia che dobbiamo guardare, bisogna andare lì, dove Egli sta». E non basta, perché quel Bambino che nasce ci interpella, mette in discussione il nostro modo di essere e di vivere. Così rifletteva Papa Francesco nella Messa di Natale dello scorso anno.

Ma non è solo Gesù il bambino davanti al quale dobbiamo metterci in discussione. In un mondo in cui l’infanzia continua a essere violata in tanti modi diversi, il Papa porta all’attenzione di tutti noi, i tanti bambini cui dobbiamo guardare: «Lasciamoci interpellare dal Bambino nella mangiatoia, ma lasciamoci interpellare anche dai bambini che, oggi, giacciono nelle squallide “mangiatoie di dignità”: nei rifugi sotterranei per scampare ai bombardamenti, sul marciapiede di una grande città, sul fondo di un barcone sovraccarico di migranti. Lasciamoci interpellare dai bambini che non vengono lasciati nascere, da quelli che piangono perché nessuno sazia la loro fame, da quelli che non tengono in mano giocattoli ma armi».

Papa Francesco ci esorta, quindi, a uscire dall’indifferenza in cui spesso cadiamo, travolti da una vita quotidiana troppo affannata che non ci permette di accorgerci nemmeno di chi ci è vicino, come è successo a Gesù che: «…nasce rifiutato da alcuni e nell’indifferenza dei più. Anche oggi ci può essere la stessa indifferenza, quando Natale diventa una festa dove i protagonisti siamo noi, anziché Lui; quando le luci del commercio gettano nell’ombra la luce di Dio: quando ci affanniamo per i regali e restiamo insensibili a chi è emarginato. Questa mondanità ci ha preso in ostaggio il Natale; bisogna liberarlo!».

Incontrare Gesù significa riconoscerlo nei “piccoli” del mondo, in tutti quelli che sono considerati scarto. È questo l’unico modo di rendere vivo e attuale il Natale. Il Gruppo India è nato nel Natale 1980 dopo che Padre Pesce e 15 giovani suoi alunni, decisero di vivere questo “incontro” in India. Fu proprio quello “scontro” diretto con la povertà che aprì i loro occhi e i loro cuori, e che, ancora oggi, interpella tutti noi che formiamo la grande famiglia del Gruppo India. In queste pagine – insieme alle più recenti richieste di aiuto che attendono una risposta – riportiamo alcune delle tante iniziative che sosteniamo regolarmente in oltre 30 Paesi del mondo, soprattutto attraverso le Adozioni – Borse di Studio. Altre le troverete (a breve) nel nostro sito internet rinnovato. Possiamo assicurare che ogni euro donato è utilizzato al meglio… eppure non sempre è facile mantenere gli impegni assunti con migliaia di bambini e con le loro famiglie. Ci affidiamo alla generosità, all’inventiva e all’impegno di tutti per cercare di coinvolgere altri, certi che Dio, attraverso noi, continuerà a fare cose grandi che cambiano il mondo.

A tutti l’augurio sincero di Buon Natale e di un sereno Anno 2018!

Leggi la newsletter completa! (formato PDF)