Guntur: microimprese per l’autosufficienza dei disabili

Il progetto è destinato alla zona di Guntur, un’area piuttosto arretrata dove le caste più basse come i dalit, o intoccabili, sono i più poveri tra i poveri e vengono spesso sfruttati. Tra di loro si trovano molti disabili, sia uomini che donne: diamo loro la possibilità di diventare autosufficienti! (progetto 802D)

Guntur microimprese_05Nell’area di Guntur il clima è estremamente caldo durante i mesi estivi (marzo-luglio) e la temperatura arriva fino a 50 gradi, mentre nella stagione temperata si aggira intorno ai 25 gradi; spesso le piogge scarseggiano. La situazione socio-economica della zona è molto arretrata, con una popolazione di oltre 650.000 abitanti che appartengono a tutte le comunità. La città manca di servizi di base e la scarsità di acqua potabile rappresenta il maggior problema.

Lo scopo del progetto che vi presentiamo è quello di aiutare alcune persone disabili di età compresa tra i 13 e i 35 anni, che vivono in condizioni miserevoli senza alcun mezzo di sostentamento. Appartengono alla comunità dalit, sono socialmente emarginati, poveri e sfruttati e in grandi difficoltà a causa della loro disabilità. Proponiamo di aiutarli a creare piccole imprese come la vendita di verdure, negozi di provviste, negozi di frutta, ecc.. che permetteranno loro di guadagnarsi da vivere, migliorare la loro situazione socio-economica, diventare autosufficienti e condurre una vita dignitosa. Il progetto è ben organizzato e prevede l’assistenza di persone esperte che forniscano loro l’addestramento necessario per iniziare.

Guntur microimprese_20

Il contributo richiesto è di 8.000 euro e copre le necessità per i corsi preparatori, l’allestimento dei chioschi e una piccola somma che sarà data ad ognuno dei disabili per avviare la propria attività (acquisto della merce, eventuale richiesta dei permessi…).  Potendo contare sull’esperienza positiva di un analogo progetto del 2014 (sempre sostenuto dal Gruppo India), sono già iniziati i corsi di formazione, durante i quali ogni disabile sarà aiutato a scegliere la tipologia di microimpresa più adatta alla propria situazione e ricevere utili informazioni sulla gestione di un’impresa. Facciamo in modo che il progetto giunga a buon fine, come il precedente!