Mbuji-Mayi (R.D.Congo): nuovi progetti di autofinanziamento

Mbuji-Mayi_29L’Opera sociale femminile Betu Bana a Mbuji-Mayi, delle Suore Francescane missionarie, lavora intensamente per l’evangelizzazione e lo sviluppo della popolazione locale (che versa in condizioni di estrema povertà) sia per la scolarizzazione dei bambini, sia per una formazione professionale che trasformi bambini emarginati in adulti autonomi. Il gruppo India le ha già aiutate in passato finanziando alcuni progetti. Ora vorrebbero dare il via ad altre attività che sperano diano non solo rapidi risultati (posti di lavoro e miglioramento dell’alimentazione) ma che possano anche innescare una spirale positiva: autofinanziamento e avvio di nuove attività. Aiutiamo a piantare un palmeto (Prog. 919P) e ad avviare un allevamento di maiali (Prog. 919M)!

Mbuji-Mayi piantagione_4Per contribuire a risanare l’economia del territorio di Ngandajika, che offre molte potenzialità, e per combattere la mancanza di derrate alimentari, Suor Astrid Masengu ha presentato un progetto per una piantagione di 5 ettari di palmeto associata ad altre coltivazioni, che diventerà un autofinanziamento per aiutare i bambini emarginati che assistono qui sul posto e a Mbuji-Mayi. Il progetto avrà la durata di tre anni (fino a dicembre 2020), sarà destinato alla popolazione di Ngandajika e ne beneficerà indirettamente anche la popolazione di Mbuji-Mayi. La piantagione di 500 palme assicurerà un’abbondante produzione di olio di palma e, con la rotazione delle coltivazioni, è prevista anche la produzione di soia, mais, fagioli, arachidi, manioca e legname. Il contributo richiesto è di 4.000 euro.

Mbuji-Mayi maiali_4Sempre nell’ambito dell’Opera Betu Bana, sr Myriam Efile ha presentato un progetto di allevamento di maiali nel territorio di Tshilenge per supplire alle carenze nutrizionali della popolazione estremamente povera. Il progetto è teso a rilanciare l’allevamento dei maiali per produrre carne in quantità industriale per diminuire sensibilmente il tasso di malnutrizione, risanare l’economia locale e ridurre il tasso di disoccupazione. Il costo del progetto è di 3.500 euro.

Una volta realizzati questi due progetti si potrà pensare alla creazione di un’officina per l’estrazione dell’olio di palma, una fabbrica di sapone, una fabbrica per la trasformazione e conservazione dei prodotti agricoli locali e una ebanisteria.

Mbuji-Mayi_10 Mbuji-Mayi piantagione_3 Mbuji-Mayi_04
Mbuji-Mayi_09 Mbuji-Mayi maiali_1 Mbuji-Mayi_03