Casette della solidarietà (Vietnam)

CV 37 casa - Thi DauDa alcuni anni il Gruppo India sta aiutando gli abitanti di tre province del Vietnam meridionale a costruirsi delle casette in cui vivere dignitosamente. Il progetto, che ci è stato presentato dalle Suore Adoratrici della Santa Croce, è stato da loro battezzato “casette della solidarietà” ed è stato lanciato con la circolare dell’autunno 2013.

Le province di Ben Tre, Vinh Long e Tra Vinh si trovano sul delta del fiume Mekong nel Vietnam meridionale. Le Suore della Santa Croce sono presenti in questa zona dal 1844 e svolgono sia attività parrocchiali (catechismo, attività dei bambini, canto) sia opere di carità verso gli anziani soli, i malati, i disabili, i lebbrosi, i malati di AIDS.

La regione è prevalentemente povera e gli abitanti non hanno cure mediche, né servizi, né istruzione. Molti di essi cercano di andare avanti con piccole coltivazioni per la sussistenza, con l’allevamento di animali e lavori occasionali. Vivono in case fatte di foglie di cocco intrecciate che forniscono un minimo riparo dalle intemperie del clima tropicale. I raccolti sono spesso soggetti alle inondazioni e il rendimento è sempre più ridotto a causa dei metodi di coltivazione antiquati, delle conoscenze limitate e dell’aumento dei costi dei pesticidi, erbicidi e fertilizzanti.

CV 37 capanna Thi DauIl reddito medio annuale di una famiglia (genitori e due figli) è di soli 1.000/1.100 dollari, mentre, per soddisfare le necessità di base di una famiglie di 4 persone e per poter mandare i figli a scuola sarebbe necessario un reddito di almeno 1.600 dollari l’anno. Per questa ragione molti bambini devono abbandonare la scuola aumentando la percentuale di analfabetismo.

A causa dell’estrema povertà, dell’analfabetismo e della limitata offerta di lavoro, molti abitanti migrano verso le grandi città o altri Paesi come Taiwan, Cina e Malesia alla disperata ricerca di un lavoro. Un punto particolarmente dolente sono i giovani che vanno via, attratti dalla promessa di un lavoro ben retribuito e spesso vittime di traffico di persone, prostituzione, lavori forzati e altre forme di sfruttamento. Per sfuggire alla miseria molti accettano addirittura matrimoni combinati che spesso sono caratterizzati da abusi familiari e suicidi.

Noi Suore della Santa Croce lavoriamo da tanti anni con i poveri e conosciamo bene i bisogni delle persone e desideriamo aiutarli in maniera concreta. Nel 1995 quattro Suore si sono laureate in Lavoro Sociale nella città di Ho Chi Minh e questo ci ha permesso di realizzare in modo più professionale programmi di solidarietà sociale e di carità come il microcredito per le famiglie, che offre un piccolo finanziamento per realizzare piccole iniziative. Dopo tanti anni di adesione a questo programma la loro vita è migliorata.

La Commissione per la carità sociale della Congregazione è stata costituita nel 2009: ci prendiamo cura dei malati di AIDS e degli orfani bisognosi, diamo accoglienza agli anziani soli, abbiamo programmi di formazione scolastica, fornitura di acqua sanitaria e servizi igienici per disabili e malati, piccoli armamentari farmaceutici per le comunità più lontane e progetti di costruzione di casette.

A causa dell’estrema povertà, gli abitanti di queste province non hanno abbastanza denaro per la sopravvivenza e non sono in grado di costruirsi una casa. Realizzano abitazioni con foglie di cocco intrecciate che durano due o tre anni e poi vanno ricostruite e per le famiglie senza mezzi di sostentamento è veramente difficile ogni volta fare case come queste. Oltretutto in queste case fatte di foglie di cocco si annidano le zanzare che portano danni alla salute delle persone e in particolare dei bambini. Speriamo vivamente di poterli aiutare costruendo delle piccole e semplici case chiamate “casette della solidarietà”. Vorremmo chiedere al Gruppo India di aiutare i più poveri e la famiglie a basso reddito ad acquistare i materiali da costruzione e ad assumere due lavoratori: un tecnico specializzato e un operaio. Il resto del lavoro e il cibo per gli operai sarà a carico delle famiglie. Chiediamo ai vostri benefattori di aiutarci a finanziare l’acquisto dei materiali da costruzione.

Sono state già costruite un certo numero di casette (eccone alcune con le famiglie davanti alla capanna e alla nuova dimora). Il Gruppo India finanzia ogni costruzione con € 1.200, ma i risultati possono differire sia per la variazione del tasso di cambio sia per quanto ogni famiglia beneficiaria del progetto riesce ad aggiungere. Si può contribuire alla costruzione di una casetta anche con offerte minori, che saranno cumulate fino al raggiungimento della somma necessaria.

CV 37 capanna  Thi Dau interno CV 37 casa - Thi Dau - interno CV 50 capanna Thi Hiep CV 50 casa - Thi Hiep CV 50 casa interno - Thi Hiep