Animali domestici nel Wolaita (Etiopia)

Soddo_3Abba Marcello vive a Soddo in Etiopia da molti anni. È un vecchio amico del Gruppo India che già sostiene il suo progetto “Città dei ragazzi sorridenti”, dedicato all’accoglienza dei bambini di strada e a un percorso per il loro reinserimento nella società che passa attraverso la scuola, lo sport, l’apprendistato e soprattutto la vita in comune e il rispetto delle regole.

Nell’Autunno 2015 abbiamo raccolto il suo appello per un nuovo progetto: comprare degli animali per le famiglie povere del Wolaita, la regione in cui opera. Con l’aiuto del Gruppo India ha potuto acquistare e distribuire un buon numero di animali: 86 pecore, 25 buoi e 15 mucche. Animali che saranno fonte di cibo e reddito per le famiglie che le hanno ricevute in dono. Abbiamo ricevuto una sua lettera di ringraziamento: Continua a leggere

Ospedale di Ngaoundal

Ngaoundal inaugurazioneL’ospedale di Ngaoundal, costruito anche con il supporto del Gruppo India, è in funzione! Il 1° aprile 2016 è stato inaugurato, con la visita delle autorità, e il 4 aprile ha iniziato ufficialmente l’attività. Il 28 aprile c’è stato il primo intervento chirurgico, eseguito con la collaborazione di un medico italiano, impegnato in un periodo di volontariato. È una grande soddisfazione per le Suore della Carità di S. Giovanna Antida che hanno sempre creduto nella necessità di quest’opera e nel supporto della Provvidenza che si è manifestata tramite l’aiuto di tanti amici, del Gruppo India e di tante altre associazioni. Nessuno avrebbe potuto da solo costruire un intero ospedale, ma l’aiuto di tanti ha reso questo sogno una realtà.

Il grazie delle Suore e soprattutto di quanti hanno già beneficiato di questa struttura o che sanno che potranno usufruirne in caso di bisogno, giunge attraverso questa buona notizia e le foto che testimoniano la realizzazione del sogno.
Continua a leggere

Nemesia’s House (Lampang, Thailandia)

Nemesia-preparazione pastoA Lampang (Thailandia) già dal maggio 2006 le Suore della Carità hanno costruito un foyer per ospitare ragazze di etnia lahu, esposte al rischio di sfruttamento sessuale ed economico. Furono proprio alcune di loro ad esprimere il desiderio di studiare e di costruirsi un futuro diverso, il loro futuro.

Poi con il “Disabled Day Care Center” si è voluto rispondere allo stato di abbandono e alla solitudine dei ragazzi/adolescenti disabili della zona. In un paese come la Thailandia dove, a motivo di credenze religiose, il ‘diversamente abile’ non è considerato ‘persona’ e si pensa stia scontando colpe di una vita precedente o dei suoi genitori, i cattolici hanno una buona notizia da proclamare: Dio è Dio della vita, è Padre che ama e perdona, che salva e rialza il povero e il peccatore alla dignità di figlio di Dio. Dio si fa uomo e si incarna nel piccolo, in questo piccolo. Dio che è Padre ci ha mostrato e ci ha fatto udire questo ‘silenzioso dolore’, questa triste rassegnazione. Nonostante la precarietà dei fondi, confidando nel Dio della vita, nel 2010 le Suore di S. Giovanna Antida hanno avviato questa nuova ‘opera evangelizzatrice’. Inoltre la loro opera di carità raggiunge anche i poveri che visitano nei villaggi: malati, sostegno scolare a bambini poveri, anziani…

Abbiamo ricevuto da Sr. Marie-Genevieve One, una delle suore che si trovano a Lampang, una lettera che vogliamo condividere con voi.

Continua a leggere

La scuola di Bathbanga

Bathbanga-sfilataA Bathbanga (nello stato di Jharkhand, India settentrionale) vivono delle comunità tribali, i Paharia e i Santal, e fino a 15 anni fa qui non c’era nulla, nessun bambino o ragazzo aveva accesso all’istruzione. I gesuiti decisero di costruire una scuola e ora il “diritto allo studio” non è più una sterile frase ma una magnifica realtà per circa 750 ragazzi e 600 ragazze.

La maggior parte dei ragazzi proviene da famiglie di agricoltori e quindi le entrate sono strettamente connesse all’andamento della stagione: se piove nella giusta quantità è possibile contribuire alle spese scolastiche, ma se l’annata non è buona… ci pensano i gesuiti che con il supporto del Gruppo India consentono a tutti i ragazzi di continuare a frequentare. Per poter far sempre di più si ottimizza l’impiego del materiale scolastico: libri e cancelleria distribuiti a inizio anno sono poi recuperati alla fine per essere riutilizzati l’anno successivo.

Continua a leggere

Estate 2016

DALL’INDIA AL MONDO…

UN GRANDE PONTE DI MISERICORDIA

Estate 2016_2

Praticare la misericordia significa avere il cuore di Dio, che “…risponde e si prende cura dei poveri, di coloro che gridano la loro disperazione, che ascolta e interviene per salvare, ispirando donne e uomini generosi. La misericordia non può rimanere indifferente davanti alla sofferenza degli oppressi, al grido di chi è sottoposto a violenza, ridotto in schiavitù, condannato a morte…” (Papa Francesco, Udienza 27 gennaio 2016)

Fu questa “misericordia”, di cui il cuore di p. Mario Pesce sj era pieno, che 35 anni fa lo ispirò a lanciare l’iniziativa delle “adozioni – borse di studio”. Da qui nacque il Gruppo India! L’obiettivo era rivolto all’India, ove era avvenuto l’incontro con tanti bambini bisognosi di tutto. Da allora il ponte di solidarietà si è andato sempre più allargando a tanti altri Paesi.

Il Comitato ha conservato il nome originario anche in occasione della sua trasformazione in onlus, ma i dati che emergono dal bilancio dell’anno 2015 confermano che – grazie al sostegno di tantissimi benefattori – l’aiuto ha raggiunto oltre 100 località in numerosi stati dell’India e almeno altrettanti luoghi in 30 altri Paesi del mondo: dal Pakistan, Bangladesh, Myanmar, Vietnam, Thailandia, Filippine… al Brasile, Argentina, Paraguay, con un’attenzione sempre maggiore all’Africa: Sudan, Camerum, Etiopia, Togo, Angola, Ciad, R.D. del Congo, Rep. Centroafricana, Tanzania, Malawi, Uganda, Madagascar, senza dimenticare alcune aree critiche dell’Europa e Medio Oriente.

Gli aiuti sono stati destinati per poco più di un terzo all’India e un altro terzo all’Africa.

torta2016

clicca per ingrandire

La destinazione delle risorse per tipologia di aiuto ha incluso la realizzazione e l’arredo di scuole, ma anche il contributo alla costruzione di casette. Una percentuale significativa degli aiuti è andata al settore sanitario col sostegno a dispensari e ospedali e a interventi per dare l’acqua: pozzi, cisterne, impianti di depurazione. Molteplici anche le iniziative in campo sociale (e in parte pastorale) attuate da religiosi e religiose e da noi appoggiate in vista della promozione e dello sviluppo. Una parte degli aiuti è andata a interventi di emergenza soprattutto nelle aree colpite da guerre o da calamità naturali.

Particolarmente significativo è il fatto che anche nel 2015 il “Gruppo India” è riuscito a mantenere le spese di gestione al di sotto del 10% delle offerte ricevute e dunque a inviare effettivamente a chi ha bisogno oltre il 90% di quanto generosamente ci viene donato.

Tanti gesti concreti di amore che sono la testimonianza migliore della “misericordia” vissuta insieme nel 2015, nei 35 anni di vita del Gruppo India e in quelli che verranno: vogliamo che siano per tutti, sempre più “segnati” dalla “misericordia” da accogliere e da donare. Grazie perché continuerete ad essere con noi.

 Scarica la newsletter completa! (formato PDF)

Il tuo 5 x 1000 al Gruppo India

La tua firma moltiplicherà la solidarietà

5x1000 2015

Per devolvere il tuo 5×1000 a favore del GRUPPO INDIA ONLUS, nella dichiarazione dei redditi – modelli CUD, UNICO o 730 – firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale”.

Riporta il codice fiscale del GRUPPO INDIA:

97083850582

 Diffondi l’iniziativa tra i tuoi familiari e amici. Grazie!

Un modo per aiutare che non ti costa nulla!

Scarica il volantino con tutte le indicazioni per coinvolgere colleghi, amici, parenti…

 

Il Gruppo India è una ONLUS!

Si è concluso il processo di riconoscimento del Gruppo India come ONLUS! Tutte le offerte inviate dopo il 2/10/2014  al Gruppo India sono detraibili/deducibili, senza la necessità di effettuare queste donazioni tramite il MAGIS come avveniva fino a settembre 2014. Stiamo predisponendo il nuovo materiale, in cui sarà inserita la corretta dicitura, che sarà allegato alla circolare di Natale 2014.

Ovviamente le offerte per il Gruppo India già inviate tramite il MAGIS e quelle che arriveranno in questa forma nei prossimi mesi arriveranno comunque a noi e soprattutto saranno devolute ai progetti da voi indicati. Preghiamo tutti voi di tener presente questa novità e modificare (qualora fosse necessario) il modo di inviare il vostro dono:

  • versando sul conto corrente postale n.13827001, intestato a GRUPPO INDIA Via degli Astalli, 16 – 00186 Roma
  • con assegno bancario non trasferibile o con bonifico bancario sul nostro conto corrente bancario intestato a Comitato Gruppo India presso Banca Popolare di Bergamo/Credito Varesino, Filiale di Roma – Torre Argentina
    c/c 5001 ABI 05428, CAB 03206 – CIN T
    IBAN: IT32 T054 2803 2060 0000 0005 001
    BIC: BEPOIT21765